SELEZIONA IL TUO SPORT

Il portale dell'attività Amatoriale della FIT

Dettaglio news

ANALISI DEL RANKING FIT/TPRA TENNIS IN VISTA DELL'AWT FINALS 2018: LA GARA SI STA FACENDO SERIA!

ANALISI DEL RANKING FIT/TPRA TENNIS IN VISTA DELL'AWT FINALS 2018: LA GARA SI STA FACENDO SERIA!

Ciao a tutti, sono Max Fogazzi e dopo un V SLAM FORO ITALICO elettrizzante e ricco di colpi di scena vorrei cominciare a tirare le somme e ad analizzare la gara che da adesso in poi farà parlare di se. La gara verso l'AWT FINALS per dirla tutta è sempre presente nella mente dei Fighters FIT/TPRA anche perchè tutti i punti acquisiti derivati dalla partecipazione ai Provinciali, agli eventi in contemporanea ATP, ai tornei nazionali etc. vanno tutti a finire li costruendo il Ranking AWT che ogni anno, porta i giocatori PREMIUM a vivere un'esperienza che va davvero oltre.

OPEN MASCHILE
Al fianco della TOP 8 ho aggiunto un "termometro" individuando 3 macro zone di questa classifica. Nella COMFORT ZONE ho evidenziato il numero uno Fabio FILIPPAZZO che con Luigi CROCI e Vincenzo ALBANESI possono permettersi di pensare a conquistare la miglior testa di serie. Da LUGASI in poi invece le cose cambiano, infatti ho ribattezzato questa macro area come: PRESSURE ZONE perchè i punti sono quelli un po’ per tutti, nessuno può mollare o tirare il fiato proprio adesso anche perchè i giocatori presenti nella DANGER ZONE, quelli prossimi alla posizione 7 e 8, devono cercare di scappare verso l’alto in quanto i loro inseguitori sono davvero carichi ed hanno una manciata di punti di distacco. 


OPEN FEMMINILE
Dopo aver conquistato il V SLAM al FORO ITALICO Annamaria DE BORTOLI è sempre di più nella storia del circuito FIT/TPRA TENNIS e nella celebratissima HALL OF FAME che sta per essere ripristinata online. Come potete vedere il termometro è diverso ma solo perchè il numero di qualificate è di 4 Fighters, senza dubbio la numero uno si trova in una COMFORT ZONE ma subito dopo il passaggio tra PRESSURE e DANGER ZONE è davvero breve e le giocatrici lo sanno bene. Qui la gara è ancora apertissima ma la battaglia a distanza tra la siciliana MONACO e la lombarda IOVINO, potrebbe mettere le dirette inseguitrici lombarde MONTI e PAGANI, nella condizione di tornare “utili” alla MONACO stessa in quanto nei tornei che arriveranno saranno spesso “contro” e per garantirsi il Master, dovranno dare il massimo e vincere battendo anche la IOVINO.      

Degna di nota la cavalcata di Alessia SERVELLO la quale si è fatta ben notare anche al V SLAM, KELIGER e MONTAGNER per ora sono li, pronte a fare il sorpresone finale… Un finale di gara pazzesco che accenderà sicuramente gli US OPEN 2018!! Tenendo presente che i punti di questi fighters devono essere confermati o migliorati rispetto lo scorso anno stanno tornando ad essere fondamentali anche le sfide… Chi la spunterà il 30 Settembre 2018 alla mezzanotte?


  • M. IOVINO
    M. IOVINO
    Si!! Forza Francesco non mollare !! ti meriti di andare al master per la tua grande passione e ier il tuo grande impegno!! tifiamo tutti per te!!💪💪💪😉
  • M. ZIRONE
    M. ZIRONE
    Infatti non ha alcun senso un Master che deve essere l'atto conclusivo di una intera stagione giocato tra 2 coppie. E', a mio parere, semplicemente ridicolo. Il MASTER deve essere l'apice a tutti i livelli. Ribadisco, poi, che sarebbero poche partite in più. Quindi si tratta di motivazioni economiche. Ma noi come giocatori, in un anno, ne diamo parecchi di soldi al circuito TPRA, FIT o quant'altro.
  • G. STELLA
    G. STELLA
    Per la corsa all'ottavo posto non dimenticherei Francesco Giordano, visto che ad agosto è già iscritto in svariati tornei ed a mio personale parere ha ancora notevoli possibilità di farcela. Io fino a fine agosto saró tagliato fuori dai giochi, quindi .... forza Francesco !!
  • M. HUSBAND
    M. HUSBAND
    Farebbe molto piacere anche a me per Francesco ma 3.000 punti in 2 mesi non si possono recuperare....purtroppo Francesco non ha punti sfida altrimenti sarebbe li attaccato all' 8avo posto!! Anno prossimo sono certo fara' tutte le sfide consentite
  • M. HUSBAND
    M. HUSBAND
    Bellissima sfida ma mi sa solo per gli uomini dal 4to posto in poi.Nelle donne oramai le prime 4 sono le qualificate e possono semmai solo invertire tra di loro la posizione. La Pagani si consolera' con la doppia qualificazione alle AWT finals sia nel doppio misto che nel doppio femminile! Sicuramente la modifica al regolamento 2018 con il limite degli 8/16 partecipanti per avere assegnati il massimo dei punti ha rimesso in ordine le classifiche.
  • R. Silva Moura Pinho
    R. Silva Moura Pinho
    D'accordissimo, la modifica al regolamento ha effettivamente funzionato bene su questo punto di vista.
  • M. ZIRONE
    M. ZIRONE
    Approfitto di questo articolo per fare a te Fogazzi una domanda. Perché nel limiti 65 non si classificano i primi 8. Qualsiasi master che si rispetti è logico che sia con almeno 8 giocatori. Spero e mi auguro che non sia solo un problema di soldi, sarebbe troppo squallido. Per quanto riquarda le partite sarebbero soltanto un paio in più, per cui non ci vedrei controindicazioni. Grazie per la risposta
  • M. HUSBAND
    M. HUSBAND
    Caro Marcello e noi dei doppi cosa dovremmo dire che siamo solo in 2 coppie a giocarci il Master😀😀. Sicuramente un problema di durata del torneo, costi organizzativi ed abitudine ad organizzare cosi le Finals da parecchi anni. Aspettiamo a questo punto solo di conoscere la location per partecipare a questo splendido evento in cui ho avuto la fortuna di partecipare gia' nel 2016 e 2017!